Linkhome Documentiportfolio Videovideo Fotohistory
»
S
O
C
I
A
L

B
A
R
«
Concentrazione urbana e grandi infrastrutture

Lo sfruttamento ad alta potenza dell’acqua avviene anche attraverso la costruzione di grandi infrastrutture in grado di incanalare enormi quantità d’acqua, da utilizzare come fonte energetica o per approvvigionare le megalopoli in continua crescita.

È il caso delle grandi dighe cinesi e indiane, le quali hanno completamente stravolto, in modo irreversibile, l’ecosistema di intere regioni e determinato lo sfollamento di milioni di persone, oggi profughi ambientali1.

A cura di Alice Benessia, Maria Bucci, Simone Contu, Vincenzo Guarnieri.

1 Si veda a tal proposito il volume: Black M., The no-nonsense guide to international development Oxford: The New Internationalist 2007 e l’intervista all’attivista indiana Meda Patkar in http://www.alternet.org/water/133043/dam_politics:_india’s_leading_activist_medha_patkar_takes_on_corporate_control_of_water/ ,


3 interventi  
  • Roberta ha scritto:
    19 gennaio 2010 alle 18:10

    Salve!! Siamo un gruppo di 3 studentesse del liceo scientifico di Alessandria che sta lavorando al progetto sulla sostenibilità di Democrazia 2.0.
    Abbiamo scelto come argomento l’energia ricavabile dal moto ondoso, dalle maree e dalle correnti del mare solo che non riusciamo ad avere notizie su stabilimenti veramente funzionanti ma solo su numerosi progetti non ancora costruiti o entrati in funzione. Se c’è qualcuno che è a conoscenza di qualche Paese che ha già investito in questa via alternativa di produrre energia, perfavore ce lo dica o ci comunichi il link del sito nel quale trovare informazioni.
    Ringraziamo in anticipo tutti quelli che risponderanno o cercheranno di aiutarci,
    Roberta, Giorgia ed Irene.


Intervieni

Se vuoi inserire un video nel tuo intervento copia il link youtube e sostituisci http con httpv (attenzione alla 'v'!)

Powered by PerformingMediaLab/Pie