Linkhome Documentiportfolio Videovideo Fotohistory
»
S
O
C
I
A
L

B
A
R
«
I limiti della conoscenza scientifica

In questa situazione, la ‘scienza’ non è più in grado di fornire un singolo quadro certo, neutrale ed esaustivo alla politica e dunque entrano in crisi i presupposti impliciti del contratto di fiducia tra cittadini e decisori. Si pensi, ad esempio, al caso del cambiamento climatico o ai cambiamenti nella percezione del pubblico rispetto alla sicurezza alimentare, altra tipica area di interazione tra scienza e regolamentazione politica, insorti con la crisi della sindrome BSE, la cosiddetta ‘mucca pazza’, dal 1986 in poi.

Quali soluzioni si prospettano per uscire dall’impasse? Nel prendere atto che la sperimentazione diretta sul nostro (unico) pianeta implica necessariamente la presenza di incertezza, di ignoranza e di indeterminatezza nei modi di conoscere e prevedere della scienza, sin qui ritenuti infallibili, siamo forzati a ridiscutere il rapporto di privilegio elitario di cui il metodo scientifico ha goduto sin dalle sue origini nell’indirizzare l’azione politica. Ciò significa riaprire il dialogo democratico nei processi decisionali non tanto e non solo come esigenza etica e politica, ma soprattutto come necessità cognitiva: la prospettiva della scienza può ancora essere necessaria, ma non è più sufficiente.

A cura di Alice Benessia, Maria Bucci, Simone Contu, Vincenzo Guarnieri.


1.316 interventi  
  • viagra vs cialis ha scritto:
    28 febbraio 2015 alle 23:08

    Tip top stuff. I’ll expect more now.

  • cheap car insurance ha scritto:
    01 marzo 2015 alle 02:29

    Yeah that’s what I’m talking about baby–nice work!

  • free car insurance quotes online ha scritto:
    01 marzo 2015 alle 03:02

    Deep thought! Thanks for contributing.

  • Damian ha scritto:
    01 marzo 2015 alle 04:01

    How long have you lived here? cheap bimatoprost netherlands buy But according to the European Competitive Telecommunications Association (ECTA), which represents those leaner rival companies, there is no evidence that departing from the current competition model would be beneficial for the European economy or end-users.

  • cheap viagra ha scritto:
    01 marzo 2015 alle 07:32

    Damn, I wish I could think of something smart like that!

  • Craig ha scritto:
    01 marzo 2015 alle 08:44

    I’ll call back later Alesse And Acne NBC newscaster Jenna Wolfe made her own headlines when she came out publicly with partner Stephanie Gosk and announced they’re having a baby. The Today show’s Sunday anchor said she and Gosk, a foreign correspondent at NBC, have been together three years, plan to wed and embarked on “Operation Baby” in December. “My girlfriend, Stephanie Gosk, and I are expecting a baby girl the end of August,” Wolfe, 39, wrote in the debut post for her new pregnancy blog. “We felt like we wanted to share our adventures with a wide-eyed, little person,” she blogged.

  • nj auto insurance ha scritto:
    01 marzo 2015 alle 09:35

    Whoa, whoa, get out the way with that good information.

  • Jonas ha scritto:
    01 marzo 2015 alle 10:44

    Who would I report to? merciful insurance 50mg seroquel high elect lover ECB reaction to yesterday’s messy banking union developments will also be interesting. The European Commission proposed a cross-border agency to salvage or shut failing banks which, because it will have no funds for some time, suggests it will find it very difficult actually to demand the closure of any bank, no matter how stricken, because the bill will fall squarely on the home government. Ergo, the “doom loop” created by weak sovereigns propping up weaker banks is utterly unbroken.


Intervieni

Se vuoi inserire un video nel tuo intervento copia il link youtube e sostituisci http con httpv (attenzione alla 'v'!)

Powered by PerformingMediaLab/Pie