Linkhome Documentiportfolio Videovideo Fotohistory
»
S
O
C
I
A
L

B
A
R
«
Il bilancio della CO2 (carbon footprint, effetto serra, cambiamento climatico)

Inteso come indicatore della sostenibilità, consiste nel quantificare le emissioni d’origine antropica d’anidride carbonica e degli altri gas ad effetto serra (carbon footprint), valutando al contempo la capacità dell’ambiente circostante di riassorbirle. In sintesi è un monitoraggio e schematizzazione delle “sorgenti” dirette e indirette di CO2 e dei “serbatoi” in grado di riassorbirla, su un tempo d’analisi di un anno, in maniera da evitare eventuali alterazioni dovute alle variazioni climatiche e stagionali.

Fra le sorgenti dirette troviamo la produzione d’energia direttamente da combustibili fossili, mentre fra le sorgenti indirette si annoverano le emissioni di altri gas serra che sono convertiti anch’essi in CO2 equivalente mediante fattori di conversione matematici.

Nel caso in cui si desideri andare oltre la quantificazione della CO2 emessa, per cercare di raggiungere un bilancio fra emissione ed assorbimento, la capacità del territorio di svolgere la funzione di “serbatoio” è valutata calcolando l’estensione e la tipologia d’aree verdi, in particolare boschive, necessarie per riassorbire e fissare l’anidride carbonica mediante la fotosintesi clorofilliana. La differenza tra il totale di CO2 (e CO2 equivalente) emessa dalle sorgenti e riassorbita dai serbatoi fornisce il bilancio globale dei flussi d’anidride carbonica nel sistema studiato.

E’ ovvia l’utilità di un indicatore di tale tipo, e dei suoi sviluppi, nel contributo che può dare allo studio degli effetti causa del cambiamento climatico.

A cura di Alice Benessia, Maria Bucci, Simone Contu, Vincenzo Guarnieri.


Un intervento  
Intervieni

Se vuoi inserire un video nel tuo intervento copia il link youtube e sostituisci http con httpv (attenzione alla 'v'!)

Powered by PerformingMediaLab/Pie