Linkhome Documentiportfolio Videovideo Fotohistory
»
S
O
C
I
A
L

B
A
R
«
Incertezza e complessità nella sperimentazione diretta

Caratteristica fondamentale di questo tipo di tecnologie è che la loro implementazione viene testata soltanto mentre la si realizza, ovvero direttamente sul campo. Questo a sua volta ha almeno tre ordini di conseguenze: il primo è che il livello di complessità del sistema nel quale la tecnologia è implementata e quello dell’interazione tra tale tecnologia e il sistema medesimo è molto elevato – non si tratta di un laboratorio nel quale le interazioni sono semplificate – e dunque dominano incertezza, e ignoranza. Il secondo è che la sperimentazione diretta non è reversibile. Complessivamente, questi due fattori implicano a loro volta la possibilità che insorgano conseguenze negative impreviste, imprevedibili e non rimediabili. In altri termini, in questo scenario ad alta potenza, la tecnoscienza promette benefici e nel contempo genera rischi ai quali non necessariamente sa come rispondere. È questo il contesto della cosiddetta società del rischio delineata alla fine del secolo scorso dal sociologo tedesco Ulrich Beck (Beck 1992). In sostanza, ci ritroviamo oggi in una situazione senza precedenti: i nostri esperimenti non sono reversibili e neanche ripetibili. In caso di errore non si può tornare indietro. Nelle parole dell’esperta americana di politiche pubbliche della scienza Sheila Jasanoff: “La questione che dobbiamo affrontare con urgenza è come vivere democraticamente ed in pace con la consapevolezza che le nostre società sono inevitabilmente a rischio.”

Infine, il terzo ordine di conseguenze consiste nel fatto che il tipo di conoscenza utile a descrivere e a gestire i problemi socio-ambientali non è definito a priori – l’esperimento non avviene in un setting predefinito da scelte metodologiche disciplinari specifiche – ma è esso stesso il frutto di una negoziazione o più spesso di una competizione tra diverse discipline. Questo introduce una sostanziale indeterminatezza, nei termini stessi che definiscono le questioni da affrontare. Il medesimo problema, per esempio i possibili danni alla biodiversità delle colture geneticamente modificate, può essere descritto da una molteplicità di prospettive egualmente legittime, quali quella dell’industria biotech, quella dell’ecologia delle popolazioni, quella degli agronomi e dei coltivatori biologici che possono subire dei danni, eccetera. Ciascuna prospettiva rappresenta un interesse specifico e non è possibile separare la sfera dei fatti – ciò che sappiamo- da quella dei valori – ciò che vogliamo e ciò di cui abbiamo bisogno.


A cura di Alice Benessia, Maria Bucci, Simone Contu, Vincenzo Guarnieri.


24 interventi  
  • Paige ha scritto:
    25 ottobre 2014 alle 04:11

    Could you send me an application form? microscope can buy diflucan online grains jeer While necropsies – the animal version of an autopsy – were done on the oarfish, the cause of death remains unknown. Scientists said the deaths may forever remain a mystery. The smaller oarfish appeared to be in good health before it died and there were no signs of shark bites.

  • Gabriella ha scritto:
    25 ottobre 2014 alle 04:35

    Until August superficial bride 20 mg accutane company The days of focusing on security alone are gone for prisons, says Bruce Gage, chief of psychiatry to the Washington Department of Corrections. “We’re finding sicker and sicker people all the time” who have to be treated for their mental illnesses. Prisons “can’t say no to the mentally ill. They have to solve the problem.”

  • Stephanie ha scritto:
    25 ottobre 2014 alle 14:54

    About a year cozaar 25 mg The Centers for Medicaire and Medicaid, an agency of the U.S. Department of Health and Human Services has ponied up $41.2 million to the New York-based public relations firm Weber Shandwick to help promote the Obamacare health insurance initiative that is being rolled out to consumers in October, according to a CMS spokesman.

  • Diva ha scritto:
    25 ottobre 2014 alle 23:05

    I’m on business mexican amid where can i buy albendazole for chickens cheerfully After lying for so long, Braun must go before the media and detail what he did and when he started doing it — provided, of course, that he’s willing to acknowledge PED use at all. He made no such admission in a carefully-crafted statement issued Monday afternoon, instead saying, “I realize now that I have made some mistakes.” In the same statement, Braun apologized to the organization, the Milwaukee fans, and his teammates. But it’s hard to judge the sincerity, in light of how disingenuous so many of his previous words seem now.


Intervieni

Se vuoi inserire un video nel tuo intervento copia il link youtube e sostituisci http con httpv (attenzione alla 'v'!)

Powered by PerformingMediaLab/Pie