Linkhome Documentiportfolio Videovideo Fotohistory
»
S
O
C
I
A
L

B
A
R
«
La crisi energetica come opportunità democratica

Come nel caso dell’acqua e del cibo, la costante crescita della domanda di energia produttiva mondiale non corrisponde di per sé ad una pur auspicabile maggiore equità nella sua distribuzione. Dagli anni ’70 del ‘900 ai primi anni del nuovo secolo l’incremento nel consumo di energia è stato di circa il 69%, [1](Scherr, 2006).  In effetti, l’aumento della produzione energetica globale sostiene oggi prevalentemente l’incremento dei consumi, e dunque il modello della crescita economica. Tale modello, incentrato sul costante aumento della produzione e del commercio, più che non sulla redistribuzione dell’esistente, è strettamente connesso, nei suoi fondamenti e nel suo funzionamento, alla disponibilità sempre crescente di energia a basso costo, sin’ora proveniente dalle fonti fossili: primariamente il petrolio ed i suoi derivati, ma anche il carbone e il gas naturale. La struttura politica, economica e sociale dei paesi industrializzati sono fondate sulla garanzia di un rifornimento costante e conveniente di energia fossile e da essa dipendono. Le cosiddette economie emergenti del Sud globale sono purtroppo, attualmente, ancora immerse nella corsa verso un modello di industrializzazione già vecchio, il quale prevede una sempre maggiore dipendenza dagli idrocarburi.

Oggi, la civiltà fossile (così definita perché fondata su fonti energetiche fossili, quali petrolio e carbone) è scossa alla radice per due ragioni, l’una speculare all’altra: il cambiamento climatico ed il progressivo assottigliamento delle riserve. La necessaria e quantomai urgente transizione verso nuove fonti energetiche è un’occasione senza precedenti per ridiscutere i principi fondanti del modello attuale di produzione, distribuzione e consumo dell’energia. Prima di entrare nel merito di tale possibile cambiamento, riflettiamo sulle origini storiche della civiltà fossile e su alcune sue caratteristiche fondamentali, per capire meglio le ragioni e le modalità di un suo necessario superamento.

A cura di Alice Benessia, Maria Bucci, Simone Contu, Vincenzo Guarnieri.


[1] Siamo passati da 6034 milioni di tep (tonnellate equivalenti di petrolio – 1 tep quantifica tutta l’energia ipoteticamente derivante da 1 tonnellata di petrolio) a 10213 milioni di tep nel 2002


3.627 interventi  
  • FelipeHelgager ha scritto:
    28 febbraio 2015 alle 17:35

    I wanted to construct a brief word to be able to say thanks to you for all of the splendid techniques you are giving on this website. My prolonged internet look up has at the end of the day been paid with good quality knowledge to go over with my close friends. I ‘d tell you that we visitors are definitely lucky to dwell in a fabulous place with very many lovely individuals with great solutions. I feel somewhat happy to have used your entire web site and look forward to plenty of more awesome moments reading here. Thanks a lot once more for all the details.

  • Luxury Homes ha scritto:
    28 febbraio 2015 alle 18:20

    It is truly a nice and useful piece of info. I¡¦m happy that you just shared this helpful information with us. Please keep us informed like this. Thanks for sharing.

  • suhagra ha scritto:
    28 febbraio 2015 alle 18:33

    I am genuinely grateful to the holder of this web site who has shared this impressive article at at this time.|

  • reactine duo ha scritto:
    28 febbraio 2015 alle 19:23

    This is the right blog for anybody who would like to find out about this topic. You understand so much its almost hard to argue with you (not that I personally will need to…HaHa). You certainly put a brand new spin on a subject which has been discussed for many years. Great stuff, just great!|

  • Distance Learning ha scritto:
    28 febbraio 2015 alle 19:57

    You made some nice points there. I looked on the internet for the subject matter and found most people will agree with your blog.

  • order viagra 25mg ha scritto:
    28 febbraio 2015 alle 20:06

    Great thinking! That really breaks the mold!

  • european travel ha scritto:
    28 febbraio 2015 alle 20:36

    Good article and straight to the point. I don’t know if this is in fact the best place to ask but do you folks have any ideea where to get some professional writers? Thx :)

  • suhagra 100 ha scritto:
    28 febbraio 2015 alle 21:20

    Hi there to all, how is all, I think every one is getting more from this web site, and your views are pleasant in support of new users.|

  • reactine allergy ha scritto:
    28 febbraio 2015 alle 21:37

    This is a topic which is close to my heart… Best wishes! Exactly where are your contact details though?|

  • viagra online without prescription ha scritto:
    01 marzo 2015 alle 00:07

    Thanks for sharing. What a pleasure to read!

  • reactine allergy ha scritto:
    01 marzo 2015 alle 00:15

    After I initially commented I appear to have clicked on the -Notify me when new comments are added- checkbox and now each time a comment is added I recieve 4 emails with the same comment. Is there a way you can remove me from that service? Kudos!|

  • viagra ha scritto:
    01 marzo 2015 alle 01:12

    Perfect answer! That really gets to the heart of it!


Intervieni

Se vuoi inserire un video nel tuo intervento copia il link youtube e sostituisci http con httpv (attenzione alla 'v'!)

Powered by PerformingMediaLab/Pie