Linkhome Documentiportfolio Videovideo Fotohistory
»
S
O
C
I
A
L

B
A
R
«
La transizione energetica dall’uomo cacciatore-raccoglitore all’uomo agricoltore-allevatore

Il sistema energetico che caratterizza il regime sociometabolico di una società di cacciatori-raccoglitori è basato sull’impiego “passivo” dell’energia solare catturata e convertita dalle piante. In un sistema di questo tipo, l’uomo deve vivere impiegando le risorse che trova, senza potere accumulare dei beni o provocare seri problemi di inquinamento all’ambiente. L’unico elemento critico per la sua sostenibilità può essere rappresentato dall’uso eccessivo di alcune risorse fondamentali alla sua sopravvivenza (ad esempio, si ritiene che l’uomo abbia contribuito all’estinzione di alcuni animali della megafauna del Pleistocene). Questo tipo di regime ha permesso all’uomo di sopravvivere per centinaia di migliaia di anni.

L’introduzione delle tecniche agricole e di allevamento ha provocato la transizione verso il regime sociometabolico agricolo, caratterizzato da un sistema energetico basato sull’impiego “attivo” dell’energia solare. Rispetto al sistema precedente, quello agricolo modifica attivamente gli ecosistemi per incrementare e controllare la produzione di biomassa, che continua a rappresentare l’unica fonte di energia utilizzata (l’impiego dell’energia eolica o idraulica è quasi sempre trascurabile, tranne particolari casi regionali come quello dei mulini a vento in Olanda).

La conversione dell’energia solare (inutilizzabile) in biomassa (utilizzabile) ha una resa che dipende dalla natura stessa degli organismi fotosintetizzatori e che viene valutata con un valore inferiore al 5%. Questo limite fisiologico rappresenta il “collo di bottiglia” principale per la crescita delle dimensioni biofisiche del sistema socio-ecologico agricolo. Con il progredire delle esperienze e delle conoscenze tecniche (le rotazioni dei campi, le tecniche di concimazione, l’impiego degli animali, ecc.) è stato possibile aumentare la resa dei terreni, con un conseguente surplus energetico. Questo ha permesso un incremento demografico e, ad un certo punto, la possibilità che una parte della popolazione potesse dedicarsi ad attività non agricole. Nascono così i centri urbani, la cui esistenza è quindi strettamente legata a (e limitata da) un surplus energetico necessario per il loro sostentamento e, soprattutto, per il trasporto delle biomasse provenienti dai luoghi in cui vengono prodotte.

In questo tipo di sistema socio-ecologico, le modalità di impiego della terra sono ottimizzate più per la stabilizzazione a lungo termine del sistema stesso che per la massimizzazione della resa per unità di superficie. Lo stato di salute del suolo coltivato è un elemento fondamentale per la sostenibilità di questo regime metabolico. Una gestione inadatta del terreno provoca degli effetti negativi sulla sua fertilità che si possono manifestare nell’arco della vita di una persona. Si ha quindi la percezione chiara che il suolo rappresenta una risorsa non rinnovabile e che, per questa ragione, deve essere gestito in modo da garantirne il mantenimento del suo stato di salute a lungo termine. Nel variegato panorama dei sottosistemi agricoli presenti nella storia della nostra civiltà, molti hanno dovuto affrontare dei problemi di sostenibilità, sia per uno scorretto uso delle risorse (sembra che il degrado del suolo nelle regioni mesopotamiche sia da attribuire anche all’impiego di tecniche non adatte) che per motivi ambientali inevitabili (come la siccità). Il regime sociometabolico agrario ha funzionato per migliaia di anni (e continua, in buona parte, a funzionare tuttora) (Krausmann 2008, Kowalski 2007).

A cura di Alice Benessia, Maria Bucci, Simone Contu, Vincenzo Guarnieri.


235 interventi  
  • Isidro ha scritto:
    30 gennaio 2015 alle 15:18

    Which team do you support? shaggy fig order soma watson independent skinny Last week, USDA announced that it would not shut down the Foster Farms plants, reporting satisfaction with food-safety changes the company had made at its plants in Fresno and Livingston. The agency had earlier threatened to suspend operations if the company did not implement immediate corrective actions.

  • authority marketing ha scritto:
    30 gennaio 2015 alle 16:02

    Just Browsing…

    While I was surfing today I noticed a excellent post about…

  • dansonn ha scritto:
    30 gennaio 2015 alle 17:03

    Tumblr article…

    I saw a writer talking about this on Tumblr and it linked to…

  • Newton ha scritto:
    30 gennaio 2015 alle 18:28

    It’s OK going from 150 to 300 wellbutrin Mayweather, who is undefeated in 44 fights, says he will take nothing for granted when he faces World Boxing Council and World Boxing Association super welterweight champ Alvarez in a 12-round showdown of unbeaten fighters at the MGM Grand Hotel.

  • Ellis ha scritto:
    30 gennaio 2015 alle 18:58

    I’m unemployed pleased hurt purchase soma overnight whatever Last week, Attorney General Eric Holder addressed these issues in Orlando, Fla., telling the audience, “It’s time to question laws that senselessly expand the concept of self-defense and sow dangerous conflict in our neighborhoods.” His sentiments have been seconded by both President Obama and Republican Sen. John McCain.

  • Top local London seo ha scritto:
    30 gennaio 2015 alle 22:11

    Its hard to find good help…

    I am constantnly saying that its difficult to get quality help, but here is…

  • Jocelyn ha scritto:
    30 gennaio 2015 alle 22:28

    I’ve lost my bank card buy celexa online cheap And you can’t make the argument that we build big stuff and no other specie can do that. All that this says is we care more about the big stuff that we build than the glue that holds an abalone shell together. Oh. Never mind. A glue that is super strong and sets under salt water; turns out we do care about that. My apologies. I misspoke.

  • ceny bram wjazdowych ha scritto:
    30 gennaio 2015 alle 23:13

    Hello! I’m at work surfing around your blog from my new iphone 3gs! Just wanted to say I love reading your blog and look forward to all your posts! Keep up the outstanding work!

  • Larry ha scritto:
    30 gennaio 2015 alle 23:32

    Could I borrow your phone, please? calculate interest loan It compares with a 49-51 split to the Tony Abbott-led opposition two weeks ago, just after Rudd toppled Julia Gillard in a dramatic party-room coup due to her own shaky numbers – 43 per cent to the Abbott’s 57 per cent shortly before her ouster.

  • Antony ha scritto:
    31 gennaio 2015 alle 03:41

    Is this a temporary or permanent position? hard loan San Francisco Fire Department Chief Joanne Hayes White said on Monday: “We have information and evidence to suggest that one of our fire apparatus came into contact with one of the victims at the scene. We’re working closely with the NTSB as they conduct their investigation, particularly on this aspect.”

  • Garret ha scritto:
    31 gennaio 2015 alle 04:09

    I’d like to send this parcel to purchase tenormin online Samsung SDI already supplies battery technology for BMW’s i3electric car, according to the Samsung SDI spokesman. SamsungGroup, which sees slowing sales in smartphones, has been tryingto position electric batteries as an area ripe for growth,according to group officials.

  • alan cumming cabaret tickets ha scritto:
    31 gennaio 2015 alle 06:32

    Hi there colleagues, pleasant post and good urging commented here, I am truly enjoying by these.|

  • Mya ha scritto:
    31 gennaio 2015 alle 07:01

    Thanks for calling price seroquel 300 mg The accidents at the Fukushima Daiichi plant, 220 km (130 miles) north of Tokyo, are adding to a crisis no one seems to know how to contain, and stirring doubt over Tepco’s abilities to carry out a complex cleanup widely expected to take decades.

  • ogrodzenia katowice ha scritto:
    31 gennaio 2015 alle 07:47

    I’m not that much of a online reader to be honest but your blogs really nice, keep it up! I’ll go ahead and bookmark your website to come back later on. All the best


Intervieni

Se vuoi inserire un video nel tuo intervento copia il link youtube e sostituisci http con httpv (attenzione alla 'v'!)

Powered by PerformingMediaLab/Pie