Linkhome Documentiportfolio Videovideo Fotohistory
»
S
O
C
I
A
L

B
A
R
«
Le caratteristiche fondamentali

Le nostre fonti primarie di energia, il petrolio, il carbone e il gas naturale, non sono rinnovabili, o meglio non si rinnovano nei tempi biologici della civiltà industriale, ma in quelli geologici del pianeta nel suo insieme, sulla scala dei milioni di anni. In altri termini, nel processo di combustione, in grado di produrre energia a basso costo e ad alto rendimento, il carbonio fossilizzato nella litosfera sotto forma di riserve di idrocarburi si libera nell’atmosfera in tempi brevissimi, sotto forma di CO2, mentre la naturale trasformazione inversa, dall’atmosfera alla litosfera, richiede intere ere geologiche. Ciò significa che, nell’era industriale, il ciclo del carbonio, non soltanto alla base del rinnovamento delle riserve di combustibili fossili, ma soprattutto responsabile primario della nostra evoluzione prospera sul pianeta, è stato spezzato.In tal senso, il cambiamento climatico non è altro che la  manifestazione della rottura di un prezioso equilibrio biogeochimico globale e del passaggio ad un nuovo regime, decisamente meno favorevole per noi e per i nostri simili[1].

La civiltà fossile oggi in crisi si è sviluppata in funzione di tre caratteristiche fondamentali del suo propellente essenziale: il petrolio. La prima è l’iniziale straordinaria abbondanza ed accessibilità delle riserve, perdurata per più di mezzo secolo a fronte di un aumento costante della domanda complessiva. In effetti, malgrado l’evidente finitezza delle risorse fossili, sino a qualche decennio fa, la disponibilità del petrolio era in crescita costante ed era dunque percepita come essenzialmente illimitata. Anno dopo anno, i cercatori di petrolio potevano, di fatto, affermare che le scoperte di nuovi giacimenti continuavano a superare la domanda globale. La seconda peculiarità del petrolio è la sua estrema versatilità, grazie alla quale il prezioso liquido ha letteralmente trasformato il nostro mondo. Dall’onnipresente plastica, ai fertilizzanti e pesticidi della rivoluzione verde, alla chimica farmaceutica, ai trasporti aerei intercontinentali, il suo utilizzo si è diffuso e condiziona oggi ogni aspetto della nostra vita.

La terza caratteristica fondamentale dei combustibili fossili, ed in particolare del cosiddetto ‘oro nero’, è la loro distribuzione non uniforme sul pianeta. L’attuale dominio economico, politico e militare americano è strettamente connesso alla  pionieristica scoperta dei primi giacimenti in patria e all’utilizzo precoce delle enormi potenzialità del petrolio, avvenuti a partire dalla fine del XIX secolo. Più in generale, l’intero scenario geopolitico globale può essere tradotto in funzione della collocazione geografica delle riserve petrolifere e della storia del loro sfruttamento. Ciò appare ancora più evidente nella transizione attuale dall’era dell’abbondanza, in termini di quantità totale e di accessibilità, all’era della scarsità: negli ultimi anni, per ogni nuovo barile di petrolio scoperto se ne estraggono circa quattro (EIA 2004). Intale fase critica, la corsa all’appropriazione delle risorse esistenti si traduce sempre più di frequente in conflitto aperto.

Le prime due caratteristiche del petrolio, abbondanza e versatilità, hanno insieme contribuito ad aumentare esponenzialmente la capacità della nostra specie di spostare e trasformare materia ed energia al livello locale e globale, ovvero hanno incrementato in modo sostanziale la potenza dell’agire umano sul pianeta. La civiltà fossile, dal carbone della rivoluzione industriale, al petrolio del ventesimosecolo, è dunque fondata su un utilizzo di grandi quantità di energia in tempi ridotti, ovvero su un modello di produzione e consumo energetico ad alta potenza.

Inoltre, la distribuzione non uniforme nei tempi di scoperta e nella collocazione geografica delle riserve, in un sistema geopolitico fondato sulla massimizzazione del profitto economico, ha contribuito a determinare una struttura energetica di produzione e distribuzione fortemente centralizzata, ovvero gestita da pochi attori economici.

Complessivamente dunque le tre caratteristiche fondamentali del petrolio hanno determinato l’insorgere di un sistema energetico fortemente centralizzato, molto poco resiliente, essenzialmente iniquo, ed infine ad alta potenza, con un conseguente elevato impatto socio-ambientale. Con l’approssimarsi della scarsità di risorse da un lato – e dunque di una drastica diminuzione del rendimento energetico e della resa economica – e con l’inasprirsi dello scenario climatico futuro dall’altro, la necessità di abbandonare il petrolio e più in generale i combustibili fossili si fa sempre più chiara ed urgente.

A cura di Alice Benessia, Maria Bucci, Simone Contu, Vincenzo Guarnieri.


[1] Rimandiamo al documento “aria come oggetto politico” per maggiori dettagli.


13 interventi  
  • john ha scritto:
    16 ottobre 2014 alle 19:47
  • Peyton ha scritto:
    19 ottobre 2014 alle 20:27

    International directory enquiries disguises buy paxil generico fancied relieved The Service has proposed listing the Dakota skipper as a threatened species as a result of steep population declines. Also found in South Dakota and Canada, the Dakota skipper no longer occurs on half the sites it previously inhabited.

  • Samantha ha scritto:
    20 ottobre 2014 alle 12:49

    Photography zyban rash “There was a train that was stopped at the station. Another train came through and looked like it blew the signal, because I heard beeping,” she said. “I'm a locomotive engineer. I know the systems, I know the sounds. When you hear those beepings it's warning you that there is an obstruction in front of you and you need to stop.”

  • Miguel ha scritto:
    20 ottobre 2014 alle 16:33

    Could you give me some smaller notes? jack buy orlistat uk freeman uncle “If anything, the report underscores the urgency and importance of expeditiously removing Assad’s stocks of chemical weapons,” he said in a statement. “I call upon the U.N. Security Council to act without delay to adopt a strong resolution mandating that Assad give up his chemical weapons and imposing strong penalties if the regime refuses to comply.”

  • Lillian ha scritto:
    20 ottobre 2014 alle 23:57

    What’s the interest rate on this account? buy sildalis “I think we felt that throughout the game that we were back to where we wanted to be as far as the way we want to play,” defenseman Marc Staal said. “So we can take some confidence in the fact that we were looking to get back to that, playing smarter. Obviously not the result we were looking for, but a lot better effort anyways.”

  • Nicholas ha scritto:
    21 ottobre 2014 alle 08:08

    Do you play any instruments? zentel 200 mg albendazole The financial services company is close to settling civillaw investigations into its London Whale derivatives loss andexpects to pay about $700 million, according to a sourcefamiliar with the matter. (Compiled by Varun Aggarwal)

  • Julian ha scritto:
    21 ottobre 2014 alle 12:27

    How much does the job pay? suggestions options clomid order canada or Dr. Frederick Licciardi from the Fertility Center at NYU Langone Medical Center in New York told Reuters Health the new study can’t prove that’s why those women were less likely to die or have heart problems – but it makes sense.

  • Amelia ha scritto:
    21 ottobre 2014 alle 19:00

    How much were you paid in your last job? albendazole prescription drugs The U.S. Securities and Exchange Commission has said it will call Tourre, 34, on the eighth day of what has become the highest-profile trial to come out of the agency’s investigations of the 2008 financial crisis. He is not likely to be called before the afternoon.

  • Jesus ha scritto:
    22 ottobre 2014 alle 03:48

    I can’t get a signal augmentin 250 mg 62 5 mg dawkowanie Forbes writers have the ability to call out member comments they find particularly interesting. Called-out comments are highlighted across the Forbes network. You’ll be notified if your comment is called out.

  • Hailey ha scritto:
    22 ottobre 2014 alle 09:03

    What’s the exchange rate for euros? pencil tamoxifen citrate online pound Oct 22 (Reuters) – Grupo BTG Pactual SA is considering a bidfor JPMorgan Chase & Co’s physical commodities unit, a sourcefamiliar with the matter said, a move which would dovetail withthe Brazilian bank’s plans to expand heavily into commoditiessales and trading.

  • Jesus ha scritto:
    22 ottobre 2014 alle 14:25

    Could you transfer $1000 from my current account to my deposit account? http://newenglandallergy.com/pollen generic diflucan fluconazole However, a recent report by shopping consultancy Global Blue found that ritain attracts just 7pc of China’s total visitors to Europe due to the UK’s complicated visa policies for Chinese tourists.

  • Joshua ha scritto:
    22 ottobre 2014 alle 22:47

    good material thanks augmentin 500mg price “Other than the first one, the other three were ugly,” Weiss said. “I’ll make sure that we still compete. I don’t question these guys in that respect. I don’t think that’s going to be a problem. We need to do that regardless of how we’re playing and where we’re at. That’s something that is expected all the time.”

  • Rachel ha scritto:
    23 ottobre 2014 alle 05:23

    Insufficient funds trade where can i buy flagyl over the counter detected rigid The teacher remembered how Mr Clemo and other pupils had organised a Christmas party for local pensioners when they were in year 10 and that Mr Clemo had dressed as Adam Ant – a role she said he performed well and enjoyed.


Intervieni

Se vuoi inserire un video nel tuo intervento copia il link youtube e sostituisci http con httpv (attenzione alla 'v'!)

Powered by PerformingMediaLab/Pie