Linkhome Documentiportfolio Videovideo Fotohistory
»
S
O
C
I
A
L

B
A
R
«
Strategie a bassa potenza

Le strategie a bassa potenza sono fondate invece sul mettere esplicitamente in discussione il sistema economico-produttivo nel suo complesso e propongono delle modalità di redistribuzione equa dei beni comuni globali, quali la terra coltivabile, l’acqua e l’atmosfera, e di diminuzione dello sfruttamento di tali risorse ad opera dell’occidente industrializzato, attraverso una maggiore consapevolezza, efficienza e decentralizzazione energetica. Si tratta dei cosiddetti piani di contrazione e convergenza (contraction and convergence) e di ciò che Vandana Shiva definisce come “democrazia della Terra” (Shiva 2006). In tale visione, adattamento e limitazione non possono che andare di pari passo. I cittadini del nord industrializzato sono chiamati ad una maggiore consapevolezza delle ricadute climatiche dei loro stili di vita, nei trasporti, nelle scelte di consumo alimentare e non, e nella gestione dell’energia nelle proprie abitazioni1. Nel contempo, le comunità autopoietiche2, ovvero ancora fondate sull’auto-sussistenza e sull’auto-organizzazione, possono fungere in tale contesto da prezioso esempio per proporre dei modelli di decentralizzazione complessiva dei sistemi di sostentamento e di produzione. Non si tratta dunque di accelerare lo sviluppo allopoietico delle comunità locali, ovvero uno sviluppo alimentato ad alta potenza in modo centralizzato e non adattato agli ecosistemi coinvolti, ma al contrario, di favorire un recupero della capacità di produrre e condividere materia ed energia su scala locale, ed informazione e conoscenza su scala globale. Le migliori strategie di limitazione e adattamento al caos climatico consistono, in quest’ottica, nel preservare ed arricchire la biodiversità ecologica e culturale presente sul pianeta, arricchendola delle tecnologie a bassa potenza oggi a disposizione3.


1 Una serie di progetti di sensibilizzazione e creazione di consapevolezza civica sulla questione del caos climatico, quali il progetto Ulysses e il software VGAS di simulazione degli effetti climatici degli stili di vita, sono stati realizzati dal centro di ricerca della Commissione Europea, Joint Research Center e implementati in modo partecipativo sotto forma di focus group in tutta Europa.

Vedi sito: http://alba.jrc.it/vgas/

http://www3.varesenews.it/blog/ambiente/jrcispra/?post=32

2 Il termine autopoietico è stato coniato dal neuroscienziato cileno Humberto Maturana nel 1972 ed è ripreso da Vandana Shiva ad indicare un sistema in grado di autorinnovarsi ed autoorganizzarsi attraverso la creazione, la trasformazione e la distruzione continua dei suoi componenti. Gli ecosistemi del nostro pianeta possono essere considerati auto-poietici soltanto se si considera come componente interna al sistema anche l’energia solare poiché la Terra riceve energia esterna al proprio sistema dal Sole.

3 Quali ad esempio la produzione, diffusione e stoccaggio di energie rinnovabili su scala locale e decentralizzata.

A cura di Alice Benessia, Maria Bucci, Simone Contu, Vincenzo Guarnieri.


688 interventi  
  • Duncan ha scritto:
    26 gennaio 2015 alle 01:10

    Some First Class stamps diflucan 100 mg yeast infection Heinz Kerry chairs the Heinz Endowments and the Heinz Family Philanthropies. She was born in Mozambique and was married to Pennsylvania Republican U.S. Senator John Heinz, an heir to the Heinz food fortune, until his 1991 death in a helicopter crash.

  • Carey ha scritto:
    26 gennaio 2015 alle 01:33

    We went to university together repentance brain short term loans same day cash nieces “I thought that it would be cool to build a unique worldwide database and map of aerial drone photography,” Dupin said. “[There was] no particular intention.” Drones “aren’t only death machines, but may help in several ways, including saving lifes, or more simply … make great pictures.”

  • nike shox femme pas cher ha scritto:
    26 gennaio 2015 alle 06:03

    Chaussures Nike Air Max Chaussures Nike Livraison Gratuite Chaussure pour Femme Nike Free Run 3.0 V2 Boutique Pas Cher Nike Free Run 3 Jaune
    nike shox femme pas cher http://www.frpromoschers.com/


Intervieni

Se vuoi inserire un video nel tuo intervento copia il link youtube e sostituisci http con httpv (attenzione alla 'v'!)

Powered by PerformingMediaLab/Pie