Linkhome Documentiportfolio Videovideo Fotohistory
»
S
O
C
I
A
L

B
A
R
«
Gli indicatori della sostenibilità

Se volessimo definire brevemente gli indicatori della sostenibilità, potremmo dire che sono strumenti di contabilità ambientale in grado di “fotografare” la realtà esistente attraverso la semplificazione e l’interpretazione di dati di tipo scientifico disponibili sul sistema esaminato. Nel caso di una nazione, per esempio, i consumi dei propri cittadini, oppure la quantità di terreno agricolo disponibile, o le emissioni di CO2 derivanti dal sistema economico. Questi sono solo esempi di alcune voci che analizzate, quantificate e opportunamente rielaborate permettono di esprimere il livello di sostenibilità o insostenibilità di un sistema.

Come tutti gli strumenti di tipo scientifico, tali indicatori devono essere caratterizzati da estrema rigorosità scientifica che li renda credibili, ma anche da semplicità, trasparenza ed imparzialità, doti in grado di renderli fruibili e credibili anche ad un pubblico di formazione non tecnica.

Gli obiettivi degli indicatori della sostenibilità ambientale sono manifesti, e riguardano il monitoraggio dello stato dell’ambiente, la possibilità di definire scenari relativi ad una corretta gestione delle risorse o ad una riduzione dell’impatto antropico sugli equilibri del sistema terra, la capacità di prevedere problematiche ambientali altrimenti poco evidenti e, non da ultimo, supportare le politiche decisionali degli enti competenti ed informare in maniera semplice ed adeguata la popolazione (così che possa eventualmente partecipare in maniera consapevole al dibattito democratico di scelta e orientamento delle politiche nazionali o locali).

In molti casi gli indicatori della sostenibilità, anche molto rigorosi dal punto di vista scientifico, permettono di estendere la loro analisi ad aspetti di equità sociale ed economica. Vedremo in seguito il caso dell’impronta ecologica, in grado di mostrare chiaramente i limiti dell’attuale sistema economico occidentale dal punto di vista dell’equità intra-generazionale ed inter-generazionale, nonché i forti scompensi economici attuali a livello mondiale.

A cura di Alice Benessia, Maria Bucci, Simone Contu, Vincenzo Guarnieri.


125 interventi  
  • Carmelo ha scritto:
    23 novembre 2014 alle 00:07

    Could you give me some smaller notes? gray fort imovane 7.5mg ingredients vertical belief Participants in a meeting with human rights groups at Moscow’s Sheremetyevo airport, where he has been stranded in the transit area since June 23, said Snowden would seek to travel on to Latin America. “Snowden is serious about obtaining political asylum in the Russian Federation,” said Vyacheslav Nikonov, a pro-Kremlin lawmaker who attended the meeting.

  • Chase ha scritto:
    23 novembre 2014 alle 05:26

    I don’t like pubs check into cash.com The Giants’ star receiver, who just three years ago came to training camp as the longest of long shots, is now the highest-paid receiver in Giants history. After months of talks and endless speculation, Cruz and the Giants agreed to a blockbuster, six-year contract on Monday that, according to several sources, is worth more than $45 million and includes $15.6 million in guaranteed money.

  • John ha scritto:
    23 novembre 2014 alle 05:36

    How much does the job pay? installer cheap buy kamagra usa diving In the deeply conservative, male-dominated country where religion often holds more sway than legal authority, religious leaders have often been a major barrier to women obtaining the rights granted to them under the constitution.

  • pink hermes birkin bag ha scritto:
    23 novembre 2014 alle 09:18

    hermes shop m¨¹nster innenstadt Democrazia 2.0 » Blog Archive » Gli indicatori della sostenibilità
    pink hermes birkin bag http://www.swooxy.com/content_2006/cheapest-hermes-bag-pink-hermes-birkin-bag.html

  • Felipe ha scritto:
    23 novembre 2014 alle 10:19

    What’s the exchange rate for euros? http://www.chocolatepoker.hu/online-poker-suli/poker-jelek/ hydroxyzine 25 “The first year I walked my hair had not even grown back yet and I was still very fearful,” said Hartley, an assistant professor at Daytona State College. “That’s part of being a survivor of any kind of cancer. It was so good to see so many men and women come together and be surrounded by other survivors.”


Intervieni

Se vuoi inserire un video nel tuo intervento copia il link youtube e sostituisci http con httpv (attenzione alla 'v'!)

Powered by PerformingMediaLab/Pie